Centro Senologia - Breast Unit

ACCESSO ALLA SEZIONE VIDEO PER I PAZIENTI

 

La Breast Unit del Cottolengo è una struttura operativa di inserita nella rete oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta quale centro di riferimento per i tumori della mammella; essa opera, infatti, secondo gli standard clinico-assistenziali della rete stessa.

La Breast Unit è composta da diverse strutture / servizi interni ed esterni al Presidio:

  • Senologia Diagnostica
  • Chirurgia Senologica e Ricostruttiva
  • CAS
  • Fisioterapia e Riabilitazione
  • Oncologia
  • Cure Palliative
  • Anatomia Patologica (AOU Città della Salute e della Scienza)
  • Radioterapia (AOU Città della Salute e della Scienza)
  • Psico-oncologia

La struttura di Chirurgia Senologica si occupa del trattamento chirurgico delle donne e degli uomini affetti da patologia della mammella.
Le pazienti accedono alla Struttura per proprio conto o inviate dal Radiologo o altri Specialisti in seguito alla diagnosi. Vengono inserite in un percorso che comprende:

  • Presa in carico da parte dell’equipe (infermieristica e chirurgica) con valutazione anamnestica,  clinica generale, familiare e sociale (presso CAS, centro accoglienza e servizi)
  • Visita chirurgica senologica (seguita se necessario da eventuali approfondimenti diagnostici e ulteriori rivalutazioni)
  • Indicazione chirurgica e colloquio in merito al tipo di intervento proposto
  • Discussione del caso in sede multidisciplinare (GIC, gruppo interdisciplinare di cure)
  • Esami di pre-ricovero
  • Intervento chirurgico e contestuale valutazione fisiatrica
  • Successive medicazioni
  • Discussione del referto dell’esame istologico in sede multidisciplinare  (con indicazione a eventuali ulteriori terapie)
  • Consegna dell’esame istologico e colloquio in merito alle eventuali terapie  e ai controlli successivi

ATTIVITA’ AMBULATORIALE

L’ambulatorio di Chirurgia Senologica comprende diverse tipologie di visite:

  • Visita CAS (centro accoglienza e servizi) – prima visita in seguito a diagnosi di carcinoma della mammella;
  • Prima visita chirurgica senologica – visita a cui la paziente accede per proprio conto o inviata da altro specialista o dal medico di medicina generale, per comparsa di sintomi in regione mammaria o ascellare o in seguito all’effettuazione di esami radiologici di controllo;
  • Visita chirurgica senologica successiva – visita di controllo in seguito a precedente valutazione o accertamenti;
  • Visita di follow-up – visita periodica di controllo in seguito al trattamento di patologia oncologica della mammella;
  • Medicazione – valutazione di ferite chirurgiche o lesioni mammarie, con disponibilità di medicazioni semplici o avanzate.

ATTIVITA’ MULTIDISCIPLINARE

La multidisciplinarietà è parte integrante e quotidiana del nostro lavoro, essendo l’equipe stessa composta da chirurghi generali e plastici; inoltre la Struttura Ospedaliera permette di lavorare in stretto contatto con gli altri Specialisti dedicati al trattamento della patologia mammaria presenti nello stesso edificio (radiologi, oncologi, fisiatri, psichiatri, anestesisti, infermieri dedicati), o consulenti da Strutture esterne (anatomopatologi, radioterapisti, nutrizionisti).
Il confronto e la condivisione delle scelte sono quindi immediati ed abituali.
I chirurghi afferenti alla Chirurgia Senologica, come parte della Breast Unit dell’Ospedale Cottolengo, partecipano regolarmente agli incontri settimanali del GIC (gruppo interdisciplinare di cure), durante i quali vengono discussi:

  • I casi di tutte le pazienti alle quali viene proposto un trattamento per patologia oncologica (confermando la proposta di trattamento, oppure proponendo ulteriori accertamenti e/o rivalutazioni secondo giudizio degli Specialisti presenti);
  • I referti degli esami istologici di tutte le pazienti sottoposte ad intervento chirugico (proponendo, ove necessario, gli opportuni trattamenti adiuvanti).

ATTIVITA’ OPERATORIA

L’attività operatoria comprende sia il tempo chirurgico di asportazione della neoformazione, sia il tempo ricostruttivo, in tutti i casi in cui esso sia proponibile.

Il tipo di intervento viene progettato individualmente sulla base delle caratteristiche di ogni singola paziente e della patologia presente, valutando incisioni di accesso poco visibili e applicando tecniche chirurgiche di oncoplastica, per garantire la radicalità dell’asportazione ed allo stesso tempo l’esito estetico migliore possibile.

Vengono effettuati interventi conservativi (quadrantectomia/ampia resezione) oppure demolitivi (mastectomia).

In caso di intervento conservativo la ricostruzione viene effettuata mediante rimodellamento della ghiandola residua, mentre in caso di mastectomia mediante inserimento di un sostituto della mammella (espansore o protesi), nei casi in cui sia fattibile ed il rapporto rischio/beneficio sia favorevole.

Grazie alla composizione multidisciplinare dell’equipe, comprendente chirurghi generali e chirurghi plastici dedicati alla patologia della mammella, nella maggior parte dei casi la ricostruzione può essere iniziata contestualmente al primo intervento.

L’intervento per patologia oncologica della mammella può comprendere anche un intervento chirurgico a livello ascellare, anch’esso effettuato contestualmente e programmato sulla base degli accertamenti pre-operatori.

In alcuni casi il percorso ricostruttivo può comprendere più interventi chirurgici, che vengono effettuati all’interno della Struttura. Tra questi sono compresi la sostituzione dell’eventuale espansore con protesi definitiva, la ricostruzione del capezzolo, la simmetrizzazione della mammella controlaterale a quella operata per neoplasia.

La Struttura si occupa anche del trattamento delle lesioni mammarie ad incerto potenziale evolutivo, che vengono valutate caso per caso e sottoposte, se necessario, ad asportazione chirurgica a scopo diagnostico/terapeutico con gli stessi criteri di radicalità ed estetica applicati in caso di neoplasia.

Rientrano nell’attività chirurgica anche gli interventi per patologia mammaria benigna, anche questi indicati solo in casi selezionati e valutati singolarmente.

Viene preso in carico e trattato anche il carcinoma della mammella maschile, che, seppure raro, rappresenta parte della nostra attività e viene seguito con particolare attenzione anche dal punto di vista del rischio eredo-familiare.

Le tecniche anestesiologiche per gli interventi chirurgici senologici comprendono l’anestesia loco-regionale in associazione o in alternativa all’anestesia generale, in una strategia generale di riduzione o abolizione del dolore post-operatorio con contestuale riduzione dell’impiego di oppiacei.

L’anestesia loco-regionale comprende vari tipi di blocchi di uno o più nervi della parete toracica, eseguiti sotto guida ecografica: permette da un lato di utilizzare meno farmaci sistemici per l’anestesia generale (questo rende possibile un risveglio più rapido e riduce la frequenza di sedazione prolungata, nausea e vomito), e dall’altro lato offre un controllo migliore del dolore postoperatorio.

Anestesia loco-regionale nella chirurgia del seno: al Cottolengo, una opzione in più per un risveglio senza dolore.

Nov 2017 - I° Conferenza annuale dei Centri di Senologia del Piemonte e Valle d’Aosta - I dati aggregati dei centri di Senologia della Regione Piemonte

Nov 2018 - II° Conferenza annuale dei Centri di Senologia del Piemonte e Valle d’Aosta - I dati aggregati dei centri di Senologia della Regione Piemonte

Dic 2019 - III° Conferenza annuale dei Centri di Senologia del Piemonte e Valle d’Aosta - Le relazioni dell'evento

 

EQUIPE

Senologia Diagnostica Eugenio    ZANON
Davide BOSCO
Chiara GALLINO
Rosanna GALLO                                       Federica GUNETTI                                     Natalia KOLIUNOVA
Simona MARTINELLO                                Alessia MILAN
Chirurgia Senologica

Riccardo BUSSONE
Gretha Laura Lucina GRILZ
Giada POZZI

Oncologia  Carlo Alberto RAUCCI
 Monica MINISCHETTI
Anestesia  Maurizio LANFRANCO
Anatomia Patologica

 Isabella CASTELLANO

 Luigia MACRI'

Radioterapia  Paolo ROVEA
Recupero e Riabilitazione Funzionale  Giuseppina DE PACE
Psicooncologia  Sr. Cristina GIOVANNONE
Dietologia  Lidia ROVERA
Coordinatrici infermieristiche

 Donatella CERESA
 Elisabetta CANTELE

Personale infermieristico Federica DI BELLA
Marisol MACHETTA
 

IL PERCORSO

 

 
 

 

 

Profilo utente

Dove siamo?

Indirizzo
Via S. Giuseppe Benedetto Cottolengo, 9, 10152 Torino

Telefono

+39 011 529 4111